Benvenuto nel blog MarinaBay. Buona navigazione!

Procedure di sicurezza nello stoccaggio di prodotti chimici

Una delle procedure più complesse dell’eliminazione di rifiuti è senza ombra di dubbio lo stoccaggio di prodotti chimici e tutte le fasi necessarie per mantenere in sicurezza l’ambiente.

I prodotti chimici si suddividono in due macro categorie:

– Agenti chimici

– Agenti chimici pericolosi

I primi sono tutti quegli elementi e composti chimici, ma anche i loro miscugli, in condizioni naturali o meno, che vengono utilizzati o, che sono anche solo presenti, a qualunque titolo, in una qualsiasi attività lavorativa.

I secondi, invece, sono sostanze o preparati classificati come sostanze pericolose dalla legge italiana.

Lo stoccaggio di questi prodotti chimici deve avvenire con molta attenzione.

Nella seconda categoria rientrano sostanze di tipo: infiammabile, nocivo, corrosivo e pericoloso per l’ambiente.

In una sezione a parte rientrano tutti quegli agenti chimici che, anche se non classificabili come pericolosi, possono comportare, a causa delle proprie caratteristiche chimico-fisiche, un determinato rischio o per la sicurezza e la salute dei lavoratori o per l’ambiente.

La prima fase di stoccaggio dei prodotti chimici si basa sulla suddivisione dei suddetti considerate le proprie caratteristiche: Acidi, Basi, Infiammabili, Tossici.

Di conseguenza i contenitori si differenziano per i diversi tipi di prodotti che devono contenere e, per questo, si utilizzano svariati recipienti.

Esistono tre diversi tipi di deposito:

– per lo stoccaggio di sostanze infiammabili

– per lo stoccaggio di sostanze tossiche

– per lo stoccaggio sostanze acide e basiche

Per questo tipo di sostanze devono essere utilizzati particolari armadi di sicurezza antincendio, recanti indicazione dei pericoli dei prodotti e/o agenti chimici in essi contenuti, mediante apposita

segnaletica internazionale.

Le seguenti sostanze devono essere sistemate in armadi di sicurezza con aspirazione verso l’esterno in modo tale da garantire un elevato numero di ricambi d’aria; naturalmente devono possedere le necessarie indicazione di pericoli dei prodotti e/o agenti chimici in essi contenuti.

E’ necessario l’utilizzo di armadi di sicurezza con aspirazione verso l’esterno per garantire tra i 30-50 ricambi d’aria ogni ora; anche questi prodotti devono recare indicazione dei pericoli dei prodotti in essi contenuti, mediante l’apposita segnaletica.

Ogni armadio/contenitore deve avere sulla propria superficie sia l’elenco dei prodotti contenuti, con relative indicazioni di pericolo e data di aggiornamento, sia il riferimento della posizione delle relative schede di sicurezza e la segnaletica indicante i pericoli specifici.

Lo stoccaggio degli agenti chimici deve essere eseguito in modo tale da posizionare gli agenti corrosivi, caustici e irritanti al di sotto del livello degli occhi, nei ripiani inferiori devono essere disposti i contenitori più grandi e le sostanze più pericolose, ma il tutto deve essere fatto senza sovraccaricare gli scaffali.

Le società in grado di occuparsene

Una delle società migliori nel campo dello stoccaggio di prodotti chimici è la ditta di trasporti, la Trasporti GD. Questa società si occupa di scarico e carico containers e di vari tipi di stoccaggio. Il loro servizio conta su puntualità ed efficienza tramite personale altamente qualificato e predisposto a qualsiasi eventualità.

Lo stoccaggio di prodotti chimici è un procedimento che deve essere effettuato in sicurezza e soprattutto da società competenti ed esperte nel settore.

Il nostro sito all’indirizzo www.gdtrasporti.com/adr.html

Back to top