Benvenuto nel blog MarinaBay. Buona navigazione!

Tipi di carrozzine e dove comprarle

Ci sono momenti in cui la vita, purtroppo, ci mette a dura prova; quando insorge una disabilità ci si sente impotenti e disperati. Sembra impossibile poter affrontare una prova tanto dura e quando, poi la disabilità, colpisce gli affetti più cari oltre al dispiacere ci si trova nella condizione di voler proteggere la persona colpita e renderle la vita più agevole possibile. Quando la disabilità colpisce gli arti inferiori e si traduce nell’impossibilità di camminare è di fondamentale importanza scegliere con cura tutti quei dispositivi medici che possono rendere la quotidianità un momento piacevole e far si che la mobilità sia la più agevole possibile.

Poiché ogni persona non è uguale ad un’altra e una patologia ha necessità differenti, la scelta della carrozzina è un momento importante e delicato. Per fortuna l’evoluzione tecnologica ci viene incontro regalandoci una moltitudine di modelli tra cui scegliere in base alle esigenze più specifiche. Naturalmente, data la vastità dei prodotti disponibili alla vendita, oltre ad analizzare bene le proprie esigenze è consigliabile affidarsi al consiglio di professionisti di fiducia in modo da essere certi di scegliere proprio il modello più giusto.

Tra tutti i rivenditori affidabili, vi consigliamo di dare un’occhiata al sito web www.sanort.com per visionare le molte opportunità disponibili e di rivolgersi ai consulenti per valutare nel dettaglio tutte le esigenze e concludere l’acquisto perfetto.

* Come scegliere la carrozzina giusta?

A qualcuno potranno sembrare riflessioni banali, ma sono fondamentali per decidere esattamente quale sia la scelta migliore in relazione alle reali esigenze del disabile.

Tra le esigenze più comuni da non perdere di vista nella scelta del mezzo è valutare se esso sia in grado di aiutare e stimolare la locomozione autonoma, se possa facilitare i trasferimenti ed eventualmente la salita in macchina da parte del disabile e se sia in grado di facilitare la mobilità degli arti superiori.

Per tutti coloro che sono costretti in via definitiva all’ausilio della carrozzina, sarà necessario inoltre valutare che il mezzo sia idoneo a prevenire eventuali piaghe da decubito, se sia in grado di scongiurare patologie conseguenti al sovraccarico e, naturalmente, se abbia il giusto grado di comfort per il paziente.

Diventa dunque fondamentale conoscere le caratteristiche del mezzo nel dettaglio, valutarne il grado di ingombro e la maneggevolezza, esaminare nel dettaglio tutti gli accessori che possono mettere a disposizione del paziente nell’ottica di accertarsi se sono veramente funzionali alle nostre esigenze.

* Tipi di carrozzine

Oggi sul mercato disponibili alla vendita vi sono numerose categorie e tipologie di carrozzine:

  1. Carrozzine autospinte. Dedicate a tutti coloro che hanno voglia e possibilità di mantenere un certo grado di autonomia ed indipendenza. Una manovella consente al paziente di muoversi con la forza degli arti superiori. Disponibili in vari modelli pensati anche per chi vuole fare attività sportiva.
  2. Carrozzine elettriche. Indispensabili per tutti coloro che non hanno la forza dell’autosufficienza e debbono essere accuditi. Leggere e maneggevoli anche per chi si occupa di assistere il disabile.
  3. Carrozzine polifunzionali. Sono modelli specifici studiati per tutti coloro che non riescono a mantenere la postura eretta e sono di grande comfort per il paziente.

Oltre alle tre categorie sopra indicate, il mercato ci regala una vasta scelta in base a esigenze di spazio (carrozzine ad ingombro ridotto) e dispositivi medici necessari per spostare il disabile senza fatica eccessiva (carrozzine di transito). Una moltitudine di accessori accompagnano la scelta in relazione alle esigenze più disparate.

 

Back to top