Benvenuto nel blog MarinaBay. Buona navigazione!

Servizi di archiviazione in Cloud, quale il migliore?

Oggi come oggi sul mercato ci sono diversi servizi di archiviazione tra cui si può scegliere quello più consono alle proprie esigenze. Per chi però non ha dimestichezza con questi tipi di archiviazione, scegliere quello giusto potrebbe diventare problematico. Ecco perché abbiamo deciso di fare una veloce panoramica sui principali cloud che si possono reperire attualmente sul mercato. La prima distinzione andrebbe fatta tra cloud free, quindi gratuiti, e cloud a pagamento. Quale la differenza principale? Chiaramente i primi sono più adatti ai privati, hanno un discreto servizio base, mentre i secondi rispondono meglio alle esigenze dell’azienda.

Archiviazione in cloud, quali sono i migliori?

Tra i principali servizi di cluod troviamo alcuni grandi colossi come iCloud della Apple, Dropbox, Mega, OneDrive, Gogle Drive. Il servizio offerto differisce per alcune caratteristiche per ciascuna di queste aziende, per cui si deve valutare con attenzione ciascuna proposta, naturalmente anche in proporzione ai costi se si opta per un cloud a pagamento.

cloud2Quindi parlare del migliore non è la cosa più giusta, dato che il migliore, in questo caso, può essere molto soggettivo. Vediamo di seguito un rapido prospetto di quelle che sono le offerte in vigore.

iCloud di Apple

Con il servizio iCloud di Apple, fino a 5 GB non si paga nulla, per 50 GB si pagano 0,99 cent al mese, per 200 GB si pagano 2,99 euro al mese e per 9,99 euro al mese si può avere un intero TB.

Dropbox

Con Dropbox si ha diritto a 2 GB gratuiti, si pagano invece 9,99 euro al mese per un TB

Google Drive

Con Google Drive i costi sono i seguenti: gratis 15 GB, 1,99 dollari al mese per 100 GB, 9,99 dollari, sempre al mese, per 1 TB; 99,99 dollari al mese per 10 TB; 199,99 al mese per  20 TB e 299,99 dollari al mese per 30 TB.

Mega

Con Mega si possono avere a disposizione gratuitamente ben 50 GB di spazio Cloud, per 200 GB invece si devono corrispondere 4,99 euro al mese, 9,99 per 500 GB, 19,99 per 2 TB, 29,99 per 4 TB.

OneDrive

Infine, con OneDrive, si possono avere 15 GB gratuiti, 100 GB per 1,99 euro al mese, 200 per 3,99 euro al mese, con 7 euro si può arrivare ad avere 1 TB.

Conclusioni

Come si può notare l’offerta è vasta e variegata, bisogna quindi mettere a fuco l’utilizzo e le necessita. Va detto, infine, che è bene fare un aggiornamento icloud periodico in modo da ottimizzare lo spazio a disposizione e non sprecare giga che potrebbero essere invece impiegati altrimenti. Una volta che i files archiviati non occorrono più è bene rimuoverli e lasciare a disposizione lo spazio. Questo processo è molto importante soprattutto se si sfrutta lo spazio gratuito che, come abbiamo visto è limitato.

Back to top