Benvenuto nel blog MarinaBay. Buona navigazione!

Pannello per porte blindate

Oggi avere una porta blindata è una sicurezza e al tempo stesso una necessità per proteggere la famiglia e la casa da spiacevoli intrusioni. Una porta blindata deve essere resistente, funzionale e anche bella da vedere. Soprattutto se disponiamo di un open space e la porta d’ingresso è ben visibile, questa deve adattarsi bene all’ambiente, all’arredamento e non deve “stonare” con il contesto.

La soluzione ideale è quella di personalizzare il tutto con un pannello per porte blindate che diano alla nostra porta originalità ed eleganza, raffinatezza, design e anche qualità. Un pannello per porte blindate possono essere realizzati in diversi materiali, ciascuno con le sue proprie caratteristiche: impiallacciato, massello, acciaio/PVC, compensato e multistrato.

Un pannello per porte blindate in impiallacciato è dotata di un rivestimento liscio di varie essenze e tinte. La gamma oggi proposta è veramente ampia e assortita.

Un pannello per porte blindate in legno massello è affidabile, elegante. Dura nel tempo e si adatta all’arredamento classico così come a quello moderno.

Un pannello per porte blindate in acciaio/PVC coniuga la forza dell’acciaio con la resistenza del PVC. Molto resistente agli agenti atmosferici, il pannello in acciaio/PVC si adatta a ogni tipo di clima durando nel tempo.

Altri materiali possono essere usati per i pannelli delle porte blindate. Anche l’alluminio è resistente e duttile come metallo ed è un buon isolante termico, caratteristica importante che evita il dispendio energetico favorendo il risparmio.

Quando si deve scegliere il pannello per porte blindate è importante, dunque, prima andare a vedere le caratteristiche del materiale, per vedere se è adatto alle nostre esigenze e poi, dopo aver fatto le opportune scelte in fatto di funzionalità, andare a scegliere con cura l’estetica, personalizzando il pannello nella forma, nello stile e nel colore, scegliendo quello che più ci piace e più si adatta al nostro ambiente.

Back to top