Benvenuto nel blog MarinaBay. Buona navigazione!

Piatti tipici sardi

Paese che vai, usanza che trovi. Questo è particolarmente vero per il cibo, che è caratteristico e unico in ogni regione d’Italia. La Sardegna non fa certo eccezione, ed anzi porta in tavola alcuni piatti tipici che vale davvero la pena di gustare. Andiamo allora alla scoperta di alcuni dei più famosi piatti tradizionali sardi, dai nomi forse sconosciuti ma dal sapore celebre.

Culurgiones: i ravioli a spiga

I culurgiones sono i tipici ravioli sardi che si caratterizzano per la chiusura detta a spiga. Si preparano semplicemente con acqua e semola di grano duro. Le mani sapienti delle donne sarde li farciscono con un ripieno di patate, aglio, menta e pecorino. A condire il tutto pensa il pomodoro freschissimo.

Suppa cuata: la tradizione della Gallura

Spostandoci in Gallura troviamo il suo piatto tipico: la suppa cuata. Si tratta di una zuppa, come dice il nome, preparata riutilizzando il pane vecchio. È un tipico piatto della tradizione povera del recupero, ma è buonissimo. Assieme al pane si usa il formaggio di mucca, il tutto imbevuto in un denso brodo di carni miste. Tutto poi viene cotto al forno, fino a quando la consistenza ricorderà quella della pasta al forno.

Le Orziadas: urticanti in mare, delicate al palato

Ecco un piatto tipico sardo davvero sorprendente. Sono le orziadas, cioè delle attinie di mare. La loro unicità è quella di essere particolarmente urticanti in mare. I loro tentacoli infatti possono bruciare, ma quando vengono lavate dopo la pesca perdono il potere urticante. Così possono essere infarinate e fritte, diventando delle vere prelibatezze. Sono molto ricercate perché non si trovano con facilità, e ricordano i frutti di mare in quanto a consistenza.

Le Panadas: la cottura in crosta che viene dal passato

Le Panadas sono dei piatti tipici molto antichi. Sono preparati con un fodero di pasta fatta con la farina di semola, impastata con semplici ingredienti: acqua, sale e olio. All’interno del fodero si può mettere della carne oppure, a seconda dei paesi in cui vengono preparati, del pesce. Si cuociono in forno e, a prescindere dal fatto che ci sia carne o pesce, il ripieno si accompagna con carciofi e pomodorini secchi.

Pardulas: il dolce che chiude in bellezza

I Pardulas non possono mancare sulle tavole sarde. Spesso questi dolci vengono chiamati anche casadinas. Si preparano con una sfoglia di strutto e farina di semola, che viene poi riempita con del formaggio fresco, tipicamente la ricotta, a cui si aggiungono poi le uova, lo zucchero, la scorza di arance grattugiata e lo zafferano per dare colore e aroma. Hanno un profumo e un sapore intenso, e si caratterizzano per una particolarità unica. Quando si mordono al primo assaggio si sente la fragranza della sfoglia, mentre al secondo morso si viene avvolti dalla soffice morbidezza del ripieno. In alcune regioni si può trovare anche la versione salata di questi dolci che sono uno dei piatti tipici della Sardegna,

Back to top