Benvenuto nel blog MarinaBay. Buona navigazione!

Local SEO, cos’è e come farla

Quando si parla di valorizzare la propria impresa sul web, la prima cosa che viene in mente è come fare per posizionarsi al meglio sui motori di ricerca. In questo ci aiuta il SEO a livello nazionale, ma se l’impresa vuole farsi conoscere prima di tutto sul territorio dove risiede? Un ristorante di Brescia ha interesse, prima di tutto, di farsi conoscere nella città e nella provincia, prima che a Siracusa. Per far questo ci viene in aiuto una branca specifica che è chiamata Local SEO. Un sito viene dunque posizionato, nei motori di ricerca, basandosi sulla sua posizione geografica. Ottenendo maggiore visibilità nelle ricerche locali.

Tutto a distanza di telefono

Secondo un articolo di Think with Google, negli Stati Uniti le ricerche da cellulare riportanti le parole chiavi near me (vicino a me), sono duplicate nell’ultimo anno. Se si pensa all’uso normale del cellulare, si realizzerà quanto spesso viene usato per ricercare servizi o luoghi che siano vicini. Ad esempio capita mai di ricercare un Bancomat vicino a noi?
La Local SEO fornisce risultati pertinenti alla zona in cui viene effettuata la ricerca. Vengono così avvantaggiate le attività a diretto contatto con la gente: medici, dentisti, artigiani, ristoranti, meccanici, eccetera.

Quali strumenti usare

Esistono alcuni accorgimenti fondamentali, per applicare una corretta strategia, per fare della buona Local SEO. Innanzitutto creare un profilo su Google My Business della propria azienda, descrivendo i servizi dell’attività, che verranno inseriti di conseguenza in Google Maps.
Questa fase iniziale influenza le successive. E’ di vitale importanza ottimizzare al meglio questo profilo fornendo a Google tutte le informazioni possibili:

– Descrivere accuratamente l’attività
– Scegliere la giusta categoria a cui appartiene il business trattato nel sito
– Inserire immagini e foto della corretta risoluzione e di qualità
– Inserire gli orari di apertura e chiusura nei diversi giorni
– Inserire in maniera precisa l’indirizzo e i contatti disponibili (telefono, e-mail, whatsapp, eccetera)
– Chiedere delle recensioni ai clienti
– Importantissimo: aggiornare spesso il profilo

Cosa osserva Google

Questo motore di ricerca, secondo la sua stessa guida ufficiale, posiziona i risultati delle ricerche locali secondo tre parametri:

– Rilevanza. Chiamata anche pertinenza, dice quanto corrisponda una scheda local rispetto alla ricerca effettuata da un utente. Ecco spiegata l’importanza di una precisa descrizione dell’attività.
– Distanza. Intuitivamente, questo valore elenca quanto sia distante un risultato di ricerca, rispetto al punto di partenza da cui parte la query (richiesta). Se viene ricercata una ferramenta a Montichiari, non verranno certo indicate quelle di Brescia, sebbene ne sia la provincia. Nel caso la ricerca non riporti l’aggiunta del luogo (esempio: gelateria Torrechiara), Google ricava il risultato in base a diversi fattori, come l’indirizzo IP e la localizzazione dello smartphone.
– Prominenza. L’importanza di quanto un business sia conosciuto rispetto ad altri nella zona di ricerca. Google, per valutare questa importanza, usa anche le informazioni presenti nel web, quali link, articoli e recensioni. Per quest’ultime è lo stesso colosso di Mountain View a specificare che più recensioni positive ha un’attività, e più questa sarà posizionata meglio.

Creazione dei contenuti

Abbiamo visto cos’è la Local SEO, ma come farla al meglio, nella pratica? Usando metodologie provate nel creare i propri contenuti. L’ottimizzazione on page durante la creazione delle singole pagine, inserendo il nome della città all’interno dei tag di struttura della pagina. Usare i tag H1 e H2 per creare il titolo principale e i sottotitoli dei paragrafi. Inserimento delle keywords in maniera naturale all’interno di contenuti originali e che creino interesse verso il business trattato.
Una buona pratica è quella di includere (embed), nella pagina dei contatti dell’attività, una mappa di Google. In questo modo si ha un riscontro visivo della posizione, avendo vita facile nel raggiungerla. Questo accorgimento è ritenuto, dagli esperti di Local SEO, fondamentale.
Infine, aprire delle pagine aziendali sui social network, condividendo al loro interno articoli che valorizzino l’attività commerciale e i suoi servizi. Il tutto usando anche i link building per posizionarsi dentro a portali di settore. Si otterranno così link in ingresso e visite che potranno essere sfruttate per le proprie landing page.

Back to top