Benvenuto nel blog MarinaBay. Buona navigazione!

Acquisto con riscatto: cos’è e come funziona

Comprare casa è il sogno di tutti, tuttavia non è semplice riuscire a perseguire l’obiettivo sperato perché per poter fare questo occorre avere a disposizione una cospicua somma di denaro.

Molti si rivolgono alle banche, ma per approvare la richiesta di mutuo bisogna essere assunti e oltre a questo occorre avere determinati requisiti.

Purtroppo, al giorno d’oggi non è assolutamente facile accedere ad un prestito ed ecco che il sogno di molti si infrange, ma c’è una buona notizia per coloro che voglio acquistare casa: infatti è possibile ricorrere ad una formula particolare di compravendita denominata acquisto con riscatto che negli ultimi tempi sta diventando sempre più una valida ed efficace alternativa.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono i vantaggi ed eventuali svantaggi.

Cosa si intende per affitto con riscatto

L’acquisto o l’affitto con riscatto è disciplinato dal Decreto emesso nel 2014, ovvero il Decreto Sblocca Italia.

Si tratta di una formula che per certi versi è considerata come un affitto ma allo scadere del contratto il locatario ha due alternative: può decidere di acquistare l’immobile pagando in un’unica soluzione la restante somma di denaro e quindi diventarne poi proprietario oppure no.

D’altro canto, il locatore non può rifiutare di vendere l’immobile e dunque, concludere la vendita.

Ecco un esempio pratico:

Nel caso in cui l’immobile costi 150.000€, l’accordo prevederebbe:

  • 10.000€ come caparra;
  • 1.000€ al mese di affitto per 4 anni.

L’acquisto finale dell’immobile scende a 92.000€ (150.000€ – 10.000€ caparra – 48.000€ di affitti precedentemente pagati).

L’inquilino dunque, rimane tale finché non si perfeziona l’atto di acquisto.

Se poi allo scadere dei 4 anni intende acquistare l’immobile allora dovrà pagare la restante somma di denaro, ovvero 92.000€.

La durata massima del contratto può essere di 10 anni, e deve essere stabilita all’interno del documento illustrando anche la decisione o meno di acquisto dell’immobile una volta trascorsi tot anni, il prezzo concordato, e naturalmente deve essere altresì menzionato il prezzo conteggiato degli affitti che verranno mensilmente versati.

Vantaggi e svantaggi dell’acquisto con riscatto

Partiamo immediatamente con il menzionare i vantaggi del compratore che comporta questa formula che prevedono:

  • rimanda in un secondo momento l’acquisto dell’immobile;
  • i canoni di affitto non vanno persi perché si potranno riscattare parzialmente o totalmente in caso in cui il locatario decide di acquistare l’immobile;
  • l’IMU continua a pagarla il proprietario di casa finché non si concretizza l’atto pratico della compravendita;
  • il prezzo viene deciso al momento della stipula del contratto. Se in futuro i prezzi aumentano e dunque il valore della struttura subisce una variazione, il proprietario è comunque sia tenuto a vendere la casa al prezzo concordato al momento della stipula.

Tra gli svantaggi del compratore si annoverano:

  • se al momento dell’acquisto non ha la possibilità di comprare l’immobile, è chiaro che i canoni di affitto andranno persi;
  • se nel contratto è stato stabilito che alla scadenza il compratore è obbligato ad acquistare l’immobile ma non ha il denaro pattuito, è costretto a pagare una penale oppure a chiedere un mutuo.

La formula di acquisto o affitto con riscatto si può anche applicare per chi è in cerca di affitti lago d iseo privati.

Rivolgendosi dunque, ad un’agenzia immobiliare seria e qualificata si potranno ricevere tutte le informazioni di cui si necessitano.

 

Back to top